Piccoli gioielli di nicchia

Monte di Grazia – Campania IGT 2010 (Tintore da vigne vecchie e saldo di Piedirosso)


Lieviti autoctoni, macerazione sulle bucce per 12 giorni, fermentazione senza controllo della temperatura, rubino di purpurea impenetrabilita’, sensazioni olfattive che raccontano di lapilli del Vesuvio, foglie di castagno, erbe spontanee di collina (tarassaco, ortica e finocchietto), mela cotogna e viola disidratata, al palato è fresco, acido, succoso, il millesimo gli dona finezza ed eleganza e nessuna rotondità o morbidezza, tannino asciutto e sottile, quasi un ossimoro per la vite tintoria, niente frutta matura, una vibrante mineralità che spinge compulsivamente al riassaggio, 13° di piacere puro e cristallino senza compromessi, fuoco e terra, mare e sole, un vino che si beve senza tentennamenti e ti resta nella testa per tutta la serata!


Monte di Grazia


Cla



Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.