C’era una volta il Piedirosso…

Cantine Astroni – Tenuta Camaldoli Riserva 2011 Piedirosso dei Campi Flegrei
 
C’era una volta il Piedirosso concentrato, caricaturale, fetido, solo orizzontale…poi è arrivato il terzo millennio, le nuove generazioni con un indissolubile legame con quel territorio violentato e i propri nonni.
Fermentazione lunga in ciliegio, affinamento in castagni esausti, nessuna filtrazione, rubino senza porpora, media concentrazione, scorrevole fluidità nel calice, naso verticale e ampio: selvatico, confettura di rosa canina, radice di geraneo, viole di campo, scura balsamicita’ e pepe verde, che cosa mi sconvolge, l’ineccepibile corrispondenza naso-bocca: tannino carezzevole da vitigno con poco tannino di suo, succosita’, freschezza, pulizia, mineralita’ terrosa, bevibilita’ disarmante, gustosta persistenza. Non è un vino cool nonostante le sole 1.000 bottiglie prodotte, ma è tra i 5 top Piedirosso della nouvelle vogue, non basic, no chic, only true wine!!!!
 
Cla
 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.