Quando un filo di fumo non è deleterio!!!

 Pasturana – Filo di Fumo
 
A pieno titolo nella categoria birre affumicate non fosse altro per il nome con il quale si presenta in etichetta, questa artigianale del birrificio Pasturana (AL) è una di quelle birre che ti sorprende in positivo rispetto alle aspettative, perchè non è una Smoked Ale di quelle monotematiche e di difficile abbinabilità gastronomica.
Il colore è ambrato, il corpo è opaco, la schiuma bella, compatta e di ottima persistenza, ha una piacevolissima espressività fumè di primo impatto (non poteva essere diversamente!) che evolve immediatamente su un deciso floreale essiccato rosso (begonia, geraneo) e un fruttato di tipo esotico disidratato (papaia, guava) e a chiudere su note di succo di acero.
Mi colpisce per la complessità e varietà dei profumi, ma tutti molto soavi, ma anche per una percezione gustativa per nulla dirompente e grossolana, ma anzi molto elegante, scorrevole e ripulente delle papille gustative, ha corpo e struttura piacevolmente snella, prevale il maltaggio sulla luppolatura e la sensazione di chiusura amara è data dall’impiego di malti appena affumicati, al gusto addirittura riesco ad avvertire piacevoli sensazioni di piccoli frutti di bosco.
La trovo una birra molto centrata se si vuole fare un aperitivo senza essere troppo impegnativi, magari con qualche finger-food a base di insalatina fresca (valeriana, rucola o indivia) e pesce crudo, tipo: spada, baccalà o ricciola, aromatizzati con olio extravergine e balsamico o se si ha tempo di qualcosa di più impegnativo con un tortino di zucchine e provola affumicata che esalti le note calde e di fumo della birra.
 
Cla

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.