Arriva Caronte anche quest’anno…

Via Priula – Loertìs  

 

Beh, nonostante una estate che è tardata a venire in questo 2013 maledettamente piovoso un pò ovunque e di variabilità diffusa negli ultimi mesi, ai limiti dell’esaurimento nervoso, non poteva mancare a fare irruzione a gamba tesa Caronte, anticiclone portatore di temperature dai 40° in su ad allietare le nostre giornate lavorative, ma c’è un rimedio col quale potersi salvare, bere a litri Loertìs appena tornati a casa!!!

Via Priula è un birificio artigianale di San Pellegrino Terme che produce una Lager a bassa temperatura non filtrata nè pastorizzata che ricalca la Pilsner Urquell Ceka ma in una versione molto ingentilita e di spiccata finezza, quando penso ad una pils mi salta alla mente sempre la Tipopils di Birrificio Italiano dal profumo inebriante e dal gusto secchissimo, in questo caso lo stile birraio è il medesimo ma gli effetti raggiunti sono diversi quanto altrettanto soddisfacenti.

Birra paglierino-grigiolina, con corpo opalescente e schiuma poco ricca e altrettanto poco compatta dal colore molto chiaro e dalla dinamica evanescenza.

Le sensazioni olfative sono prevalentemente erbecee e vegetali con piacevoli ritorni di fiori bianchi (giglio, orchidea) a dare quel non so che di appena dolce, la bollicina alla vista è molto sottile e allo stesso modo al palato entra con gran delicatezza, il sorso è leggero, pulito, di impatto amaricante ma ben bilanciato dal malto che mitiga la luppolatura decisa, di piacevolissima sapidità e discreta lunghezza gustativa, nella bottiglia da 0,66 è un piacere mandarla giù.

Nonostante la gradazione alcolica poco sostenuta è senz’alto un assaggio appagante, dissetante e di grande gastronomicità, pesce crudo e salumi poco stagionati nè andrebbero a nozze oppure con delle orecchiette fresche condite con patate e fagiolini saltate con peperoncino e olio extravergine, conditi con una generosa grattugiata di cacioricotta cilentana potrebbero non bastare le due bottiglie a commensale…

 

Cla

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.