Bere alla grande senza bagni di sangue

Cantina produttori di Carema – Carema Riserva 2007 

 

Nessuna sorpresa assoluta, nessuna scoperta del secolo, nessuna bevuta da fenomeno o di nicchia, ma un Nebbiolo d’Alto Piemonte che non delude mai, grazie a oltre sessant’anni di storia cooperativa, vigne vecchie e grande ricerca della qualità senza seguire mode e tendenze di periodo.

La versione Riserva 2007 de Cantina Produttori di Carema è oggi più incantevole che mai, colore rubino scarico come un vero Nebbiolo merita, e non c’è predisposizione positiva tout court se avvicinando il naso al calice si libera un mondo di sensazioni che aprono la porta alla gioia del cuore: fiori di montagna, peonie, roselline, violette di campo, note complesse di polvere da sparo e poi tanti e bellissimi piccoli frutti freschi, il tutto arricchito da una delicata timbrica vegetale che si ripropone suadente al gusto.

Anche al palato c’è tanta ‘composta complessità’, cioè quella complessità priva di esagerazioni, un sorso che non vuole ad ogni costo stupire, ma che lo fa assolutamente, bello e pulito come se stesso, tanto da lasciare senza parole, spigoli di freschezza e tannini che si alternano ad una bevuta elegante e scorrevole, meglio non avvicinarsi a questa boccia se si ha sete, potrebbe diventare deleteria…

Ogni tanto tra un boccone e un sorso un sussulto alcolico a chiudere il cerchio, un sorso composto anche di una bella sapidità ferrosa e minerale, ma è principalmente un bicchiere che, oggi, ancora tende alle durezze, ma che piacevoli durezze, una acidità che ripulisce e ferma l’arsura e una tannicità per nulla grossolana anzi decisamente sottile, benchè dei tre anni di affinamento solo uno è passato in botte grande di castagno e rovere.

Una boccia che bisogna avere sempre in cantina, estate o inverno che sia, perchè non delude mai e soprattutto perchè offre una bevuta divertente, salutare, fin troppo veloce a finire in una qualsiasi circostanza!!!

 

Cla.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.