La difficile abbinabilità del carciofo

Cortecce fresche con carciofi e menta fresca

 

Croce e delizia degli eno-gastronomi, il carciofo è una pianta erbacea ‘a rosetta’ che amo gustare in tutte le sue forme, a partire dalla versione cruda: in insalate con spinaci e noci o con gamberetti, limone e prezzemolo, ma che da sempre è ritenuta, a torto, di difficile abbinabilità a tavola con l’elemento vino.

In questa occasione mi sono divertito con i carciofi per un primo a base di pasta fresca, di quei piatti veloci e dal gusto inversamente proporzionale ai tempi di preparazione, con il quale, un pò per caso un pò per testardaggine, sono riuscito a trovare il matrimonio perfetto col Gewurtztraminer 2010 di Frans Hass contro ogni pregiudizio da corso di Sommelier.

Puliti esternamente i carciofi da gran parte delle foglie più dure e tagliata la punta degli stessi ho ottenuto solo i cuori con un paio di centimetri di gambo, quindi divisi in due i carciofi ho eliminato la peluria, o le spine che dir si voglia, dalla parte centrale e con un coltello affilato mi sono preoccupato di tagliare ogni metà in sottili listarelle in modo da poter realizzare una cottura veloce.

Mentre l’acqua prendeva il bollo, in un’alta padella di alluminio ho scottato in un buon olio extravergine dell’aglio in camicia ed eliminatolo dopo qualche minuto ho continuato con la cottura dei caciofi, prima con un coperchio e poi, dopo aver aggiunto mezzo bicchiere di acqua  della pasta in preparazione, ho scoperto portando a termine la cottura complessivamente per 7/8 minuti.

In una bulle ho sbattuto delle uova intere (una per due commensali) con un cucchiaio di latte parzialmente scremato e della menta fresca, che ho tenuto da parte per completare la preparazione, quindi scolata la pasta al dente l’ho mantecata a fuoco vivo nella padella dei carciofi per un paio di minuti e una volta spento il fuoco ho versato il composto di uovo alla menta in modo da ottenere una crema fluida quanto leggera in soli 3 minuti.

Ho impiattato completando con una generosa grattugiata di parmigiano reggiano e del pepe bianco, il piatto così come preparato aveva ammansuito la nota verde del carciofo e anche quella tendenza dolce che lo stesso prende in cottura, esaltando l’aromaticità della menta e del pepe e incontrando nel Gewurztraminer 2010 di Franz Haas un vero compagno del cuore.

 

Cla  

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.