Archivi del mese: dicembre 2012

Per una sete da cavalli…

Opperbacco -Bianca Piperita   Una witbier prodotta a Casarino di Notaresco, provincia di Teramo ai piedi del Gran Sasso dal microbirrificio Opperbacco, una birra che definire beverina è veramente riduttivo, lo stile è quello di una Blanchè belga ma con influssi italici … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Verticale di Fiano di Avellino Villa Raiano: 2001-2011

  Alla continua ricerca di conferme circa la longevità del Fiano di Avellino, come uno dei migliori bianchi italiani da godere per la sua immediata spontaneità vegetale ma soprattutto nel medio e lungo termine, affinchè il tempo gli consenta di esprimere … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Ci sono serate che vuoi non finissero mai…

        HaandBryggeriet – Juniper Berries   Immagina una semifinale di calcio a otto, una partita tiratissima, equilibrata, dove per spirito di squadra giochi in un ruolo che non è il tuo, prima come ala  sinistra, tu che sei un destro naturale, poi  sulla … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il Sauvignon che non c’è più…e gli errori da non fare!

Cascina Ebreo – Sinchè 2005 vino bianco da tavola   Immagina due brillanti imprenditori svizzeri del settore finanziario e marketing, Romy e Peter, innamorati della Toscana e poi ancor di più delle Langhe che decidono dopo venti anni di lavoro … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Les Granges e il nobile intruso…le note di degustazione

La batteria dei vini degustati   Quando l’amico Luca Miraglia mi ha proposto di lavorare per una serata di degustazione dei vini dell’azienda valdaostana Les Granges non mi sono fatto pregare molto nel predisporre un menù che valorizzasse al meglio … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

What’s ‘guazzetto’?

Spigola e piccoli calamari di nassa all’acqua pazza   A Napoli non possiamo prescindere in cucina dall’acqua pazza che per varcare i confini locali deve italianizzarsi in guazzetto, ma altro non è che una cottura in acqua con gli ingredienti tutti inseriti … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento