Insalatissima da fiacca infrasettimanale

Seppia e asparagi al vapore con pepe bianco e sale di Cipro ai carboni vegetali

 

Capita spesso in settimana di avere veramente poca predisposizione alla fantasia in cucina e il passo verso la zuppa di verdure Knorr è veramente breve, ma sarebbe come far entrare in casa un nemico, per principio, non per la scarsa qualità del prodotto in sè, che non conosco e non intendo approfondire finchè quel poco intelletto che mi accompagna me lo permetterà.

Diventa quindi necessario darsi una scossa per trovare al market più vicino (pescherie aperte alle 17,30 a Napoli non esistono!) al luogo di lavoro almeno 3 ingredienti che rendano la cena in primo luogo light e fondamentalmente appagante.

Quando cado nella perversione mentale di cucinare per dovere e non per piacere ripeto tra me e me questo mantra: ‘non sono una casalinga disperata…non sono una donna in carriera senza tempo nè fantasia…non sono donna, sono uno chef stellato prestato al lavoro impiegatizio di bancario!’ (basta crederci) e così qualcosa di buono, nonostante la scarsa predispoizione, può venir fuori.

I tre ingredienti di immediata reperibilità sono stati: seppia fresca Mediterranea, mazzetto di asparagi e sale di Cipro in versione nera grazie ai carboni vegetali, mentre un buon extravergine cilentano era già a casa in dispensa ad aspettarmi.

La preparazione è stata flash, cottura al vapore di seppia e asparagi in modo da conservarne il sapore e la loro croccantezza originaria e poi una volta raffreddati li ho conditi con abbondate olio extravergine, pepe bianco fresco macinato e il sale ‘cool’ di Ciprio, poi per arricchire il piatto, alla base ho impiegato del pane biscotto di Tramonti (tipica la presenza di finocchietto), una sorta di fresella da bagnare sotto l’acqua corrente, null’altro.

Sapori semplici e perfettamente distinguibili tra loro e un equilibrio tutto giocato sulla diversa coriacità delle materie prime, che ci ho bevuto?

Un mostruoso Vigna Caracci 2008 di Villa Matilde, e il triste mercoledì si stava trasformando in un venerdì!!!

 

ps gli stimmi rossi sono zafferano indiano, tutta scena e niente aromaticità.

 

Cla 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.